mercoledì 27 luglio 2011

Borghezio il padano…

Borghezio il padano…

Mi spiace dover utilizzare in queste righe dei termini poco consoni alla normale immagine pacata ed educata che occorre, ma la particolare situazione lo impone.
La notizia di questi giorni, sui tragici fatti norvegesi, ha scosso l’opinione pubblica mondiale. L’attacco alle torri gemelle di 10 anni fa, secondo il mio modesto parere in questo caso, è stato superato in cinismo, brutalità e fredda determinazione.
Fatta questa premessa sulla gravità del fatto, è il caso di trattare l’anomalia antropologica “Borghezio” come merita. Costui, neppure dotato di un particolare fascino fisico, conferma essere affetto dal virus dell’idiozia più becera, divertendosi con sbruffonate delinquenziali sanzionabili secondo me, con la fustigazione in pubblico.
Fortuna sua, questi sistemi di giustizia sono ormai ritenuti obsoleti dalla società civile!


Pare infatti che il Sig. Borghezio si sia riconosciuto nelle “idee” estreme del terrorista norvegese, arrivando a dichiarare che alcune di esse sono addirittura ottime! Ora non ci vuole un premio Nobel per bollare il Sig. Borghezio come un …testicolo dalla testa vuota, ma sarebbe invece il caso di ricordare a questo individuo che è un Eurodeputato! Cioè è un politico eletto e profumatamente pagato dagli italiani per rappresentare al Parlamento europeo la nostra Patria.
Quanto Borghezio esterna improponibili e demenziali asinate, dentro o fuori il Parlamento europeo, a nome suo, a nome della “padania libera” o di chicchessia, è l’Italia che fa una gran figura barbina davanti al mondo, e l’ultima figura, è davvero planetaria.

Servirebbe ora un Decreto “ad personam”, questo sicuramente votato trasversalmente, per rimuovere d’ufficio questa vergogna nazionale dal suo incarico, pretendendo un pagamento di una sanzione quale rimborso morale per il danno fatto all’immagine dell’Italia nel mondo, prevedendo inoltre che in futuro, animali si marchiati non abbiano più la possibilità di potersi candidare!
Per contro, assistiamo invece al balletto dei disconoscimenti ufficiali del movimento leghista, senza peraltro mettere alla porta il “personaggio”, comportamento curioso questo, che fa pensare ad una trovata elettorale!

Vergogna infinita!

Alberto Conterio - 27.07.2011

Nessun commento: