giovedì 9 dicembre 2010

Lunga vita alla monarchia, altro che Elisir !

Con divertimento ho appreso delle recenti richieste del Presidente kazaco Nazarbaiv. Il Kazakistan da poco riuscito a mettersi in mostra con la vetrina mondiale del summit Osce, grazie al denaro ricavato dalle sue riserve petrolifere, è tornato sui giornali di mezzo mondo per le richieste “egocentriche” del suo Presidente. Costui, pare abbia richiesto ai suoi scienziati di procedere in ricerche finalizzate a scoprire un elisir di lunga vita.


Abbiamo detto egocentrico, ma sarebbe il caso di riflettere e scherzare meno !
L’articolo riportato su La Stampa on line infatti, assieme a questa fresconata, partorita sicuramente da una mente non sana, ci informava che il Parlamento Kazaco, assemblea eletta “democraticamente” …speriamo, aveva già legiferato in favore dello stesso Presidente due provvedimenti atti a garantirgli il potere a vita. In primis ha votato per conferire a costui un titolo di Padre della Nazione e poi una legge che ha eliminato il limite di mandati come Capo dello Stato. Ciò vuol dire che il Sig. Nazarbaiv, potrà essere rieletto tutte le volte che vorrà… con il consenso del popolo (?). Anche se fosse, occorre tener presente che l’opinione pubblica e spesso guidata nelle scelte grazie a media compiacenti ed interessati.
Ciò comunque non è una esclusiva kazaka. Provvedimenti tali, sono già stati presi in diverse altre Nazioni che hanno la sfortuna di avere istituzioni repubblicane. L’elenco non è corto !

Per quanto il mio parere possa essere marginale nel panorama nazionale delle opinioni che contano, questa notizia conferma una regola : la possibilità democratica di eleggere un presidente è una gran bella cosa nella teoria (noi in Italia però non abbiamo neanche questa consolazione) ma nella realtà, ciò succede di rado, e come abbiamo già affermato sopra, è una possibilità che deve far i conti con le montature mediatiche che orientano l’opinione pubblica impedendogli una scelta cosciente e con i giochi di potere politici che selezionano anticipatamente i candidati.
Purtroppo quanto affermo, non è una mia maldicenza interessata. Oltre a ciò, dobbiamo poi fare i conti con la follia, la supponenza e l’arroganza della mente umana come in questo caso.
Gli amici repubblicani già li sento… incalzano ribadendo che la follia può cogliere anche un Sovrano. Allora li sfido a fare un elenco di Sovrani palesemente folli negli ultimi tre secoli. Noi monarchici al contrario, possiamo fare un lungo elenco di Presidenti pazzi “democraticamente” eletti soltanto nell’ultimo secolo appena trascorso… e ho specificato democraticamente eletti, perché a questi possiamo aggiungere una seconda lista di Presidenti che si sono auto eletti !
Deve esserci chiaro una volta di più insomma, che la repubblica in se è pragmaticamente il sistema istituzionale più dannoso e pericoloso per la democrazia e le libertà dei cittadini. Con la repubblica e solo con essa infatti sono possibili i giochi politici per il potere contro il popolo. Solo con la repubblica, il cittadino, ha la ragionevole possibilità di diventare complice delle istituzioni favorendo, violenze, soprafazioni e le illegalità compiute dallo stesso.

C’è veramente poco da ridere, altro che elisir di lunga vita !

Alberto Conterio - 09.12.2010

Nessun commento: