martedì 11 gennaio 2011

Due madrine per il “figlio” di Elton John

Due madrine per il “figlio” di Elton John
Quando il ridicolo riempie la nostra essenza !

Leggiamo dall’Ansa di Milano : “Il piccolo Zachary Jackson Levon non sarà il "figlioccio" di alcuna celebrità. Elton John e il compagno, David Furnish, hanno, infatti, scelto una coppia di amiche di basso profilo e di vecchia data - la scozzese Ingrid Sischy e la sua partner lesbica Sandy Brant (ex moglie del milionario newyorkese Peter Brant, amico del Principe Carlo) - come padrino e madrina del bimbo nato il giorno di Natale da una madre surrogata, di cui non si conosce l’identità. A confermarlo al tabloid Mail on Sunday è stata una fonte vicina alla 63enne popstar, spiegando che il cantante e il compagno hanno preferito ricorrere alla coppia di amiche, anziché a qualche famoso personaggio dello showbiz della loro cerchia di celebrità, perché convinti che le due donne prenderanno il compito loro affidato più seriamente” …poi l’articolo di Simona Marchetti pubblicato su “Corriere della Sera” del 9 gennaio 2011 si perde nel spiegare l’armonia rappresentata da queste due “normalissime” persone, Ingrid e Sandy, semplici e leali, fra i pochissimi amici a cui Elton e David avevano raccontato i dettagli delle gravidanza surrogata. 


Viene da chiedersi perché questa scelta, ma è presto detto, è stato lo stesso Elton John a dichiarare che c’è una sola ragione. Il bimbo (di nome Zachary) è molto importante, ed è stata scelta questa “coppia” di madrine perché si prendano cura di lui nel caso in cui dovesse succedere qualcosa alla “coppia” di papà !!!

E’ giusto a questo punto che esterni tutto il mio disgusto, e sottolineo disgusto per l’intera questione. Con questo, non è mio desidero negare diritti a nessuno. In questo mondo che marcia veloce verso il caos generalizzato ognuno può ormai fare ciò che crede e che vuole. Questi diritti che ci siamo arrogati per noi però, anche quando vanno contro le stesse leggi della natura, dovrebbero valere per tutti. Giusto ?
Allora mi chiedo se è giusto che a Zachary, questi diritti vengano negati all’origine !

Perché a questo povero bimbo abbiamo negato il diritto - questo si un diritto fondamentale che dovrebbe essere innegabile e garantito da uno di quei organismi internazionali ben pagati per sorvegliare il nulla - di avere una famiglia normale e possibilmente naturale composta di una Madre e di Padre come tutti gli altri.
E siccome la nostra ipocrisia di adulti viene da noi stessi molto spesso indirettamente criticata indicando nell’innocenza e spontaneità dei bambini l’essenza di correttezza e di buon comportamento naturale che bisognerebbe sempre avere, dovremmo avere il coraggio di non negare che questa creatura (Zachary), quando giungerà a contatto dei i suoi coetanei, alla scuola d’infanzia o alle scuole primarie, dovrà sopportare l’onta, la vergogna e l’imbarazzo di comprendere e spiegare alle domande altrui, che a Lui, questo mondo di libertà, diritti ed egoismo ha riservato una “cosa” e non una famiglia, e che e composta di soli “padri”, e che la madre, mai conosciuta, non era una persona con un cuore orientato alla sacralità della vita da creare e da proteggere, ma un pollo da batteria che, sfornato l’uovo, torna ad ingozzarsi di mangime per essere in grado anche domani di soddisfare le tabelle di produzione standard.

Il ridicolo, che non dovrebbe mai rappresentarci, neppure quando ormai famosi e smaliziati, non ci resta altro per riempire le inutili giornate date dall’agio di montagne di quattrini guadagnati grazie all’idiozia dei nostri simili più ingenui, non dovrebbe mai scontrarsi o essere riduttivo della libertà, dei diritti e della dignità altrui.

Alberto Conterio - 11.01.2011

Nessun commento: